Sardinia Mosaic accoglie il Dis-ORDINE a Ploaghe

Dopo aver accolto a Ravenna l’Associazione Sardinia Mosaic di Ploaghe, l’Associazione Dis-ORDINE è stata invitata in Sardegna per consolidare il rapporto di collaborazione artistica nato in occasione di uno dei concerti del Festival Time in Jazz 2017 di Paolo Fresu a Ploaghe (in cui era inserita la mostra del 2° Simposio Internazionale di Mosaico Contemporaneo, a cura di Giulio Menossi), promosso da Sardinia Mosaic.

Continua a leggere su Ravennanotizie…

Leggi l’articolo Ragionevoli Follie di Mariella Busi De Logu sul Wall Street Magazine International…

Leggi l’articolo Consapevoli Follie di Mariella Busi De Logu sul Wall Street Magazine International…

 

ASSEMBLEA PLENARIA Dis-ORDINE – Mercoledì 8 Novembre 2017 ore 18 – Casa Matha

Gentili Associati Dis-ORDINE, Soci Onorari e Soci Sostenitori,

Mercoledì 8 Novembre 2017 alle ore 18:00 alla Casa Matha in Piazza Andrea Costa, 3 a Ravenna

si terrà la quinta Assemblea plenaria dell’Associazione Dis-ORDINE con il seguente Ordine del Giorno:

1) APPROVAZIONE VERBALE SEDUTA PRECEDENTE 19 luglio 2017

2) CONTATTI CON IL COMUNE DI RAVENNA – linea di formazione 

Richiesta incontro con il Sindaco Michele De Pascale e Maria Luisa Martinez.

Carta di Ravenna – Galleria Permanente Antonio Rocchi.

3) PROGETTI IN CORSO e nuove collaborazioni con Privati, Associazioni, Fondazioni, Enti e Istituzioni del territorio

– Progetto Dis-ORDINE IN CARCERE – Il Filo e le Ali. Un labirinto per il giardino antistante le Carceri di Ravenna;

– Contatti con l’Associazione Sardinia Mosaic – Ploaghe;

– Giornata Ministeriale dell’Arte e della Musica – 22 novembre;

– RavennaMosaico 2017 esiti e prossimo convegno interventi di arredo urbano 24-25 novembre;

– Mosaico Istituto Ginanni

– Giornata della Memoria – 28 gennaio 2018;

– Ravenna la Città inventata dall’amore delle donne.

4) AUTOEDIZIONI

– Almanacco fotografico FACCE DA MOSAICO.

– Catalogo Il Filo e le Ali;

5) SITO WEB – PAGINA Facebook – COMUNICAZIONI 

– newsletter/modalità di iscrizione/pubblicità iniziative personali dei soci.

6) COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE

7) VARIE.

Si intensificano in maniera esponenziale le richieste di collaborazione da parte del Territorio perciò si rende necessario suddividere compiti e mansioni agli associati interessati in base ai loro interessi e competenze. Il Consiglio direttivo dell’Associazione invita tutti gli associati a partecipare all’Assemblea per condividere le numerose attività e iniziative, nonché contribuire con proposte alla realizzazione dei progetti in corso e di nuovi progetti.

Ogni socio può diffondere l’invito ad altri ex-allievi e docenti delle scuole d’arte e a chi può essere interessato a sostenere le attività dell’Associazione. Nell’occasione sarà possibile iscriversi e/o regolarizzare l’iscrizione. Nuove iscrizioni 10 Euro e per i minori di 25 anni l’iscrizione è gratuita.

Si ringraziano il Primo Massaro della Casa Matha Paolo Bezzi e Giovanni Fanti per l’ospitalità.

Dis-ORDINE A PORT’AUREA – INAUGURAZIONE CANTIERE work in progress

Il 6 ottobre 2017 alle 17 è stato inaugurato IL FILO e LE ALI – Il Giardino del Labirinto: un percorso di consapevolezza sviluppato attraverso 169 moduli triangolari in mosaico, sia in richiamo alla tarsia presente nel labirinto di San Vitale, sia come traccia verso la direzione concettuale “E quindi uscimmo a riveder le stelle.”(Inferno XXXIV, 139). Il percorso sarà aperto dal 7 ottobre al 26 novembre presso il Giardino antistante la Casa Circondariale di Ravenna, via Port’Aurea, 57.

Continua a leggere su Ravennanotizie…

Guarda il video su RavennaWEBTV…

Tagli ai corsi musicali a Ravenna – La città che disdegna le eccellenze

L’Associazione culturale Dis-ORDINE: Ravenna, la città che disdegna le eccellenze

Disarmanti, ma non del tutto sorprendenti le scelte sui corsi musicali nelle scuole di Ravenna. L’Associazione culturale Dis-ORDINE DEI CAVALIERI DELLA MALTA E DI TUTTI I COLORI ex-allievi e insegnanti delle Scuole d’Arte di Ravenna ancora una volta rimarca le disattenzioni della città di Ravenna nei confronti delle sue eccellenze.

Continua a leggere su Ravennanotizie…

Insegnamento del mosaico a Ravenna, l’associazione Dis-Ordine consegna in Comune 1207 firme

Insegnamento del mosaico a Ravenna, l'associazione Dis-Ordine consegna in Comune 1207 firme

Obiettivi: l’istituzionalizzazione dell’insegnamento del mosaico al Liceo Artistico e la statalizzazione dell’Accademia di Belle Arti.

Sono state consegnate venerdì 21 luglio 2017, durante i lavori delle Commissioni consiliari Istruzione e Cultura del Comune di Ravenna riunite per discutere sullo stato dell’Accademia di Belle Arti e sulle prospettive di reinserimento della classe di insegnamento del mosaico, le 1207 firme raccoltedall’Associazione Dis-ORDINE per portare al centro dell’attenzione dei ravennati la situazione delle scuole di mosaico di Ravenna.

Continua a leggere su Ravennanotizie…

Gruppo Pri: “Ci auguriamo scelte più decise sull’Accademia e sul mosaico”

Matteo Ramon Arevalos socio del Dis-ORDINE

Un socio in più per il dis-Ordine: il suonatore di sitar Matteo Ramon ArevalosConsegna della tessera del Dis-ORDINE a Matteo Ramon Arevalos. Da sx: Michela Perla, Elena Pagani, Mariella Busi De Logu, Marcello Landi, Matteo Ramon Arevalos, Stefania Vecchi, Marco Bravura

Lunedì 3 luglio, alla Sala Corelli del Teatro Alighieri, al termine del concerto per suoni e visioni Metamorphosis in programma nell’ambito della Manifestazione Ravenna Festival 2017, l’Associazione Dis-ORDINE ha consegnato la tessera n°111 a Matteo Ramon Arevalos.

Continua a leggere su Ravenannotizie…

OLTRE 1000 FIRME CON EFFETTO E SIMPATIA

“Quousque tandem, De Pascale, abutere fide nostra?” Attilio Maltoni 1888

Le oltre 1000 firme raccolte dall’Associazione Dis-ORDINE per riportare l’Accademia       IN CENTRO hanno un valore enorme. La petizione, da febbraio a oggi, ha portato la storia delle scuole del mosaico, per certi versi sempre affascinante, AL CENTRO delle attenzioni dei ravennati, e, soprattutto, sensibilizzato l’amministrazione sull’importanza di presentarsi al traguardo della statalizzazione con un progetto vero. Non più tardi dello stesso giorno in cui la giunta, all’unanimità, rinnova il contratto di locazione per l’Accademia fuori dal centro per un periodo superiore al proprio mandato, il Sindaco di Ravenna Michele De Pascale, nel suo discorso di chiusura dei suoi primi 365 giorni, a Casa Melandri, alla presenza del Presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, promette un incontro pubblico per discutere della linea di formazione artistica a Ravenna. In seguito all’appello lanciato al termine del dibattito dal prof. Landi, anche Bonaccini si mostra interessato a ricevere più informazioni sulle scuole del mosaico di Ravenna per poter allargare, speriamo, le misure di sostegno e salvaguardia già in atto da parte della Regione per molti altri ambiti. Particolarmente apprezzato lo slogan di Bonaccini sul fare quello che si promette in campagna elettorale e farlo presto. In entrambi i casi a Ravenna non sembriamo essere campioni e, si sa, ci vuole tempo e pazienza, così intanto rinnoviamo per altri sei anni il contratto di locazione in area industriale cimiteriale per l’Accademia di Belle Arti e ancora tergiversiamo sul riconoscimento ufficiale del mosaico al Liceo Artistico. Si apprezza l’entusiasmo del giovane Sindaco e la sua apertura nel voler dimostrare il cambio di passo promesso, ma i vecchi nodi sono difficili da sciogliere. Alcuni segnali di ripresa si avvertono. Le politiche culturali si stanno riprendendo, seppure con flussi controversi, ma il problema all’istruzione rimane. Chiedere è lecito e per un politico rispondere è dovere, non solo cortesia, possibilmente nei tempi giusti, perciò attendiamo con ansia l’incontro promesso dove speriamo di poter ancora una volta ribadire l’importanza di una formazione artistica specialistica come garanzia di qualità.

L’Associazione Dis-ORDINE ringrazia le Librerie Longo, Modernissima e Feltrinelli, Albergo Cappello, Ca De Vèn e Caffè Letterario per la disponibilità ad accogliere la raccolta oltre che i 1125 artisti, cittadini, intellettuali, insegnanti, professionisti e commercianti firmatari della petizione.

Ravenna, 23 giugno 2017