TESSERAMENTO 2019

 

Sostieni l’Associazione Dis-ORDINE DEI CAVALIERI DELLA MALTA E DI TUTTI I COLORI!

La nostra associazione crea eventi, dibattiti e progetti esclusivamente con il sostegno di libere donazioni e con il contributo del tesseramento.

Per iscriversi, rinnovare l’iscrizione o sostenere le attività dell’Asssociazione Dis-ORDINE versare la quota d’iscrizione sul conto corrente:

UNICREDIT BANCA intestato a Dis-ORDINE DEI CAVALIERI DELLA MALTA E DI TUTTI I COLORI

IBAN: IT 06 I 02008 13102 000104281594

indicando in causale il nome, cognome e la relativa categoria di appartenenza (esempio: mario rossi socio ordinario)

SOCIO ORDINARIO – rinnovo o nuova iscrizione ex-allievi Scuole d’Arte al costo di 10 euro (per i minori di 25 anni tesseramento gratuito)

SOCIO SOSTENITORE – rinnovo o nuova iscrizione anche non ex-allievi Scuole d’Arte con contributo oltre 10 euro

SOCIO SIMPATIZZANTE – rinnovo o nuova iscrizione anche non ex-allievi Scuole d’Arte con contributo di 10 euro

Avvenuto il pagamento la tessera può essere ritirata in occasione degli eventi dell’Associazione diffusi sui social e pubblicati in www.dis-ordine.it

Grazie per il tuo sostegno!

Il Dis-ORDINE per la SHOAH – Giornata della Memoria 2019

Associazione Dis-ORDINE DEI CAVALIERI DELLA MALTA E DI TUTTI I COLORI – Letture, una mostra e un laboratorio in diretta a cura dell’Associazione Dis-Ordine nell’ambito del Concerto in Memoria delle Vittime dell’Olocausto di ER Concerti

Nella foto: Clarissa Nuzzi, Giorgia Baroncelli, Marika Dall’Omo, Maria Rita Servadei, Mariella Busi, Chiara Sansoni, Elena Pagani, Serena Saporetti, Matteo Parmeggiani, Alessandra Schiavoni,  Marcello Landi, Edoardo Missiroli.

Lunedì sera 28 gennaio 2019, nell’antisala del Ridotto del Teatro Alighieri, in occasione del Concerto in Memoria delle Vittime dell’Olocausto per la Giornata della Memoria 2019 della Young Musicians European Orchestranell’ambito della rassegna Capire la Musica 2018-2019, l’Associazione Dis-ORDINE ha colto l’invito del Maestro Paolo Olmi per proporre, nell’ambito del prestigioso appuntamento, una mostra e un laboratorio di mosaico in diretta sul tema dell’olocausto. 

Parteciperanno all’intervento le giovani ex-allieve delle Scuole d’Arte di Ravenna coordinate da Elena Pagani e Edoardo Missiroli: Giorgia Baroncelli, Marika Dall’Omo, Sofia Laghi, Clarissa Nuzzi, Serena Saporetti. Chiara Sansoni leggerà uno stralcio tratto dal racconto “In nome della razza” di Mariella Busi De Logu pubblicato sul Wall Street International Magazine, dal quale è tratta l’immagine rappresentata in mosaico https://wsimag.com/it/cultura/13241-in-nome-della-razza. Grafica a cura di Fulvio Fiorentini. 

Nell’occasione saranno presentati al pubblico alcuni dei moduli triangolari in mosaico sul tema delle religioni del Progetto Dis-ORDINE A PORT’AUREA. Il Giardino del Labirinto: un percorso di consapevolezza, ormai giunto al termine con una preziosa collezione di 169 mosaici realizzati dagli ex-allievi delle Scuole d’Arte di Ravenna e Provincia http://dis-ordine.it/dis-ordine-a-portaurea/che sarà collocata definitivamente nel giardino di fronte al carcere di Ravenna in occasione della Biennale del Mosaico 2019.

Il Presidente dell’Associazione Dis-ORDINE prof. Marcello Landi, nella sua breve presentazione, ringrazia il maestro Olmi per il coinvolgimento e la sensibilità più volte dimostrata verso le arti che rappresentano il territorio ravennate.

Ravenna, 28 gennaio 2019

VIDEO 

BUONE FESTE 2018 dal Dis-ORDINE

In conclusione del 2018 l’Associazione Dis-ORDINE ringrazia soci e amici per il vivo interesse e la partecipazione ai progetti e agli eventi organizzati.

Ci aspetta un 2019 ancora più intenso, a partire da gennaio, con i laboratori nelle scuole, sviluppi importanti per i progetti in corso e appuntamenti per nuove interessanti collaborazioni.

Si approfondiscono durante le festività i contatti con gli ex-allievi e le iniziative legate ai progetti più importanti come Il Dis-ORDINE A PORT’AUREA che in breve tempo ha raccolto in
confronto le testimonianze delle ultime quattro generazioni di mosaicisti ravennati in una collezione unica di 169 opere appena rientrata dal 12° Rencontres Internationales de Mosaique di Chartres http://dis-ordine.it/2018/10/21/dis-ordine-a-chartres/

Continuando a mantenere alta l’attenzione su questioni ancora sospese
http://www.ravennanotizie.it/articoli/2018/12/18/la-posta-dei-lettori-babbo-natale-aiutaci-a-riportare-cultura-e-arte-in-questa-ravenna-distratta.html, inviamo i nostri migliori auguri.